Coronavirus. Spadafora: "Confermato il 13 giugno, curva permettendo" - I AM CALCIO ISERNIA

Coronavirus. Spadafora: "Confermato il 13 giugno, curva permettendo"

V. Spadafora, Ministro per lo sport
V. Spadafora, Ministro per lo sport
BeneventoRubriche

Segnali di ottimismo per la ripresa dei campionati di calcio in Italia: il ministro per le politiche giovanili e lo sport, Vincenzo Spadafora, in un'intervista rilasciata ad Italpress, ha confermato che la ripresa, curva dei contagi permettendo, potrebbe effettivamente avvenire nel week-end 13-14 giugno. Queste le sue parole:

"Speriamo tutti che il campionato riparta in sicurezza ed il prima possibile. Ad ora non abbiamo certezze, come ha precisato il presidente Conte. Se le curve dei contagi dovessero continuare a scendere allora sarà possibile confermare quella del 13 giugno come data per la ripresa della Serie A. Bisogna, però, arrivarci gradualmente, facendo attenzione e usando senso di responsabilità, come abbiamo fatto fino ad ora".

"La positività di un calciatore potrebbe compromettere anzitutto la salute sua e delle persone a lui vicine, compresa quelli di quanti lavorano per la squadra o nella sua "orbita". Comprendo bene che la positività di un calciatore ed un conseguente ulteriore stop delle gare potrebbe incidere in maniera decisiva sul prosieguo del torneo e, quindi, stiamo vagliando tutte le soluzioni possibili che abbiano la validazione dei medici. Il problema, insomma, non è solo quello di riprendere il campionato ma anche di riuscire, una volta ripreso, a portarlo a termine.

Dal 25 riapriranno palestre e piscine il che vuol dire riconquistare altri spazi i normalità ma sempre senza abbassare la guardia visto che non è ancora del tutto certa l'evoluzione del virus. In questo sta il senso della scelta di procedere gradualmente. Se i dati dovessero essere oltremodo positivi si potrà pensare ad adottare regole meno stringenti; in caso contrario ci dovremo regolare in senso inverso".

Maurizio Morante