Campobasso, accolto il ricorso. La CFA restituisce un punto

Giustizia Sportiva
Giustizia Sportiva

Decisamente un’ottima giornata per il Campobasso, che dopo aver battuto l’Avezzano ed essere tornato alla vittoria dopo un mese, in serata ha riottenuto un punto dalla Corte Federale di Appello che ha parzialmente accolto il ricorso della società rossoblù in riferimento alla vicenda del mancato pagamento al’ex calciatore Andrea Loperfido. Punto di penalizzazione inflitto circa un mese fa dalla Sezione Disciplinare del Tribunale Federale Nazionale. Resta l’inibizione nei confronti dell’ex presidente Giulio Perrucci, ridotta però da sei a quattro mesi e la multa alla società ridotta, anche questa, da € 1.500,00 a € 1.000,00.

In serata, la società con un comunicato ha voluto esprimere grande soddisfazione per il risultato ottenuto, ringraziando gli avvocati Eduardo Chiacchio, Michele Cozzone e Monica Fiorillo.

Con il punto restituito, il Campobasso sale a quota 47 a pari punti con Savignanese e Montegiorgio, ma facendosi preferire per la miglior differenza reti.

Il dispositivo della sentenza:

RICORSO DELLA SOCIETA’ SSD ARL CITTA’ DI CAMPOBASSO AVVERSO LE SANZIONI:

- PENALIZZAZIONE DI PUNTI 1 IN CLASSIFICA DA SCONTARSI NELLA CORRENTE STAGIONE SPORTIVA;

- AMMENDA DI € 1.500,00; INFLITTE ALLA RECLAMANTE A TITOLO DI RESPONSABILITÀ DIRETTA AI SENSI DELL’ART. 4, COMMA 1, C.G.S  SEGUITO DEFERIMENTO DEL PROCURATORE FEDERALE NOTA 6462/29 PF 18-19 GP/AA/MG DEL 27.12.2018

(Delibera del Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare - Com. Uff. n. 52/TFN del 14.3.2019)

La C.F.A., riuniti preliminarmente i ricorsi n. 2 e 3 come rispettivamente proposti dal sig. Perrucci Giulio e dalla società SSD ARL Città di Campobasso di Campobasso (CB) in parziale accoglimento così dispone:

- Sig. Perrucci Giulio riduce la sanzione dell’inibizione a mesi 4;

- Società SSD ARL Città di Campobasso ridetermina la sanzione nella sola ammenda di € 1.000,00.

Dispone restituirsi le tasse reclamo.

La nuova classifica

Celestino Ieronimo

Leggi altre notizie:CITTà DI CAMPOBASSO