L’Isernia risponde al Vastogirardi. Il Cb 1919 saluta l’Eccellenza

Ph. Isernia F.C.
Ph. Isernia F.C.

Il Campobasso 1919 è ufficialmente retrocesso in Promozione. E’ questo il primo verdetto stagionale che arriva dal campionato di Eccellenza.

Continua intanto il duello in testa. Alla vittoria di sabato del Vastogirardi contro l’Olimpia Riccia ha risposto, domenica la capolista Isernia che ha liquidato la pratica Campobasso 1919 senza eccessive difficoltà.

La formazione di Grossi ha battuto quella di Cordone per tre reti a zero. Al gol di Pettrone nel finale del primo tempo ha fatto seguito la doppietta di Alessandro Montechiari che nel primo tempo aveva sostituito l’infortunato Calcagni. L’attaccante pugliese, che due anni fa vinse il campionato con la Pol. Calcio Dauna, potrebbe essere l’arma in più per gli alto molisani in questo finale di stagione.

Tutto facile per la capolista Isernia che al Lancellotta ha superato il Campobasso 1919 per 5-0, un risultato che come detto in precedenza ha decretato la matematica retrocessione in Promozione dei rossoblu. Gara in archivio già dopo i primi quarantacinque minuti, chiusi sul 3-0 grazie alla doppietta di Contestabile e alla rete di Sabatino. Nella ripresa le altre due reti di Iaboni.

Vince facile anche il Venafro che al Marchese del Prete ha seppellito, è proprio il caso di dirlo, sotto una valanga di reti lo Spinete. Le triplette di Patriciello e Panico e le reti di Navarro e D’Elena fissano il finale sull’otto a zero. Ricordiamo che la formazione di Urban deve recuperare le gare contro l’Alliphae e il Vulcania.

Sconfitta interna del Real Guglionesi, battuto dal Sesto Campano. All’iniziale vantaggio di Coppola per i locali hanno risposto gli uomini di Cecchino con Korotash e Silvestri.

La Frentania, (M.Tarantino e Pagano) batte a domicilio il Città di Termoli (Gagliano) e consolida l’ottavo posto in classifica. Straordinaria la stagione della matricola pugliese a un passo dalla salvezza. Questa di Serracapriola è la nona sconfitta stagionale per gli adriatici che ora devono guardarsi dal ritorno del Tre Pini Matese che con un super Napoletano, autore di quattro reti, ha battuto il Gambatesa, quattro punti nelle ultime cinque gare, che si ritrova a dover lottare per uscire dalla zona playout.

Finiscono in parità le altre due gare della giornata. Al Colalillo, è terminato 3-3 la sfida salvezza tra Bojano e Alliphae. Gara rocambolesca, ospiti in vantaggio, Perrella fallisce il rigore del possibile pareggio, gli ospiti vanno sul 2-0 ma subiscono la rimonta dei biancorossi che riescono a ribaltare il punteggio prima di essere definitivamente raggiunti dai campani. Per la giovane formazione di Gioffrè, terzo pareggio consecutivo dopo quelli contro il Campobasso 1919 e l’Olimpia Riccia.

All’antistadio Selvapiana, Campodipietra e Vulcania non si fanno del male e tornano a casa con un punto a testa. Locali in vantaggio con Nardacchione, prima del riposo, Prisco ristabilisce la parità. Nella ripresa, per due volte i legni della porta di Camuso dicono no ai locali che si devono accontentare del pareggio.

I RISULTATI

LA CLASSIFICA

I tabellini delle gare:

VASTOGIRARDI-OLIMPIA RICCIA

VENAFRO-SPINETE

CAMPODIPIETRA-VULCANIA

TRE PINI MATESE-POL. GAMBATESA

BOJANO-ALLIPHAE

FRENTANIA-CITTA' DI TERMOLI

REAL GUGLIONESI-SESTO CAMPANO

ISERNIA F.C.-CAMPOBASSO 1919

Celestino Ieronimo