L’Altilia Samnium punta in alto. Confermato Vitelli

Mauro Vitelli e Federico Forgione
Mauro Vitelli e Federico Forgione
- 53753 letture

L’Altilia Samnuim fa sul serio. L’obiettivo dichiarato della società del presidente Federico Forgione è la vittoria del campionato. Dopo la stagione di alti e bassi appena messa in archivio, la società beneventana ambisce a compiere il definitivo salto di qualità. Il Presidente sta costruendo una rosa di prim’ordine, anche se le dinamiche di mercato fanno registrare qualche no di troppo nonostante sia uno di quei presidenti che mantiene fede agli impegni presi.  In panchina, dopo aver valutato altri nomi, Forgione è riuscito a convincere Mauro Vitelli a proseguire il lavoro iniziato lo scorso anno. A lui il compito di traghettare Tozzi e soci verso le posizioni che contano.

Soddisfatto il presidente Forgione della scelta Vitelli: “Ringrazio l’amico Mauro Vitelli per aver accettato di proseguire con noi. Sono molto felice, le sue capacità saranno fondamentali per il raggiungimento dei nostri obiettivi. La rosa che finora ho costruito, necessita di un allenatore come lui”. Vitelli, avrà il suo gran da fare per amalgamare una squadra che si divide fondamentalmente in due gruppi, quello dei “lucerini” e quello dei “beneventani” che si allenano nei rispettivi luoghi di residenza e si riuniscono un ora prima delle gare. A Solopaca, questo non è ritenuto un grosso problema, come non lo è dover giocare le gare interne a Celenza Valfortore in provincia di Foggia. Forgione al riguardo dice. “Innanzitutto mi corre obbligo ringraziare il sindaco di Celenza Valfortore, dott. Iamele e il presidente del Celentia, l’amico Gianni Iamele per la disponibilità dimostrata nell’occasione. Ci dispiace non poter giocare a Solopaca, quella di Celenza è la scelta migliore per tutti”. Al momento questi sono i calciatori a disposizione di Vitelli: Roberto Tozzi, Vincenzo Cetola, Potito Vincenzo, Mirko Perna, Alfredo Rongioletti, Antonio Pacifico, Luca Sireno, Nicola Catenazzo, Donato Amato, per lui trascorsi in Serie A, Giovanni Casillo, Mimmo Cimmino e Simone Romano. Si lavora per dare all’allenatore una rosa di almeno 18 elementi su cui contare.    

Celestino Ieronimo